BlogMobile

Android Honeycomb e Android Gingerbread finalmente muoiono

muerte-favo-pan di zenzero

RIP Gingerbread and Honeycomb | Immagine: Ausdroid

E dopo 6 anni, Google seppellisce Android Gingerbread (2.2, 2.3,…) così come il suo non così strano successore Android Honeycomb (3.0, 3.1,…), vecchie versioni di Android per le quali, dall’inizio del 2017, ci saranno non più supporto di Google Play Services a causa delle limitazioni API.

Google Play Services è la spina dorsale di Android in termini di gestione degli aggiornamenti e compatibilità delle applicazioni, in particolare di tutte quelle che hanno a che fare con Google e il contenuto (contatti, posizioni, impostazioni sulla privacy, …) degli account nei suoi servizi (Gmail, Drive, Play Store, …), quello e argomenti come l’indicizzazione e la ricerca di materiali all’interno del cellulare.

Insomma, anche se fortunatamente sempre meno dispositivi hanno ancora dispositivi che occupano queste versioni del sistema operativo, ad esempio, gli acquirenti di milioni di tablet che sono stati acquistati con Honeycomb e non hanno mai ricevuto aggiornamenti, e che Google trova abbastanza argomenti per fare a meno Se continui per investire risorse in questi vecchi sistemi, risorse che non si ammalano mai con altri progetti nelle versioni più recenti, con l’enorme numero di utenti Android potrebbero esserci migliaia di persone colpite che dovranno considerare delle alternative.

A proposito, questo è un annuncio importante rivolto anche agli sviluppatori che stanno pensando di continuare a lavorare per uno di questi sistemi, perché ora avranno molto altro da fare quando le compatibilità di default scompariranno. Naturalmente, per quest’ultimo, c’è una voce completa sul blog ufficiale di Google Firebase che spiega la soluzione.

Articoli correlati

Botón volver arriba

Ad blocker detected

You must remove the AD BLOCKER to continue using our website THANK YOU