Blog

L’aereo supersonico Concorde sarebbe tornato nel 2019

L'aereo supersonico Concorde sarebbe tornato nel 2019

L'aereo supersonico Concorde sarebbe tornato nel 2019

Il Concorde potrebbe tornare in paradiso nel 2019, o almeno è quello che vuole un team di mitici appassionati di aeroplani.

Dopo 27 anni di servizio, Il Concorde ha effettuato il suo ultimo volo commerciale nel novembre 2003, ora il Concorde Club vuole riportarti in vita.

Questo club è composto da ex piloti di aeroplani e viaggiatori frequenti che hanno apprezzato questi viaggi supersonici, sono stati responsabili degli ultimi anni di mantenere viva l’anima del Concorde. Il loro obiettivo ora non è altro che acquistare due unità del mitico aereo grazie all’investimento privato che hanno a disposizione.

Il Concorde originale è stato prodotto dalla società franceseArospatiale e ilBritish Aircraft CorporationDopo il suo ritiro, diversi aeromobili possono essere visti negli aeroporti del Regno Unito e della Francia, ma tutti senza attività. Dal Club Concorde hanno 160 milioni di sterline e come si legge su The Telegraph il loro piano è compra due degli aerei che si trovano all’aeroporto di Parigi.

Obiettivo: ripristinare il Concorde per voli privati

Uno di loro sarà adattato e utilizzato come museo, una sorta di attrazione turistica con diversi servizi al suo interno e che sarà collocata sul fiume Tmesis accanto al London Eye.

Tuttavia, l’obiettivo più complicato è quello del secondo aereo: vogliono ripristinare il Concorde e preparalo così può volare di nuovo a velocità supersonica. La data stimata è il 2019 e non si intende effettuare nuovamente voli commerciali, ma solo a voli privati (cioè, per un pubblico abbastanza esclusivo).

Un progetto ambizioso ma non inverosimile, soprattutto considerando questo Airbus Solo un mese fa ha depositato il brevetto per creare un nuovo aereo supersonico in grado di volare a 4,5 volte la velocità del suono (immaginate di andare da New York a Londra in 1 ora). Inoltre, sembrano avere la soluzione per ridurre al minimo le esplosioni sonore che non si adattano bene ai passeggeri.

Articoli correlati

Botón volver arriba

Ad blocker detected

You must remove the AD BLOCKER to continue using our website THANK YOU