Blog

Questa potrebbe essere la prossima società di selezione musicale da acquisire.

Playlists.net

Playlists.net può essere il prossimo servizio per selezionare i brani musicali da acquisire? Secondo TechCrunch, sulla base di fonti del settore, di cosa si tratta, dal momento che queste fonti indicano che la società è in trattative con una serie di aziende di spicco del settore musicale, evidenziandone una in testa, sebbene al momento sia non. il suo nome è noto. Inoltre, una fonte va oltre, sottolineando che potrebbero essere sia società tecnologiche che case discografiche.

Playlist.net è stato lanciato nel 2009 con il nome di ShareMyPlaylists, consentendo ai suoi inizi di essere uno spazio indipendente sul web in cui gli utenti creavano e condividevano le loro playlist per la piattaforma Spotify. Successivamente si è espanso come servizio di ricerca musicale, lanciando un proprio generatore di playlist, in associazione con Echonest, tenendo conto delle abitudini di consumo dei principali utenti attraverso le applicazioni Spotify, Android e iOS. All’inizio di quest’anno, sfruttando il suo potenziale come spazio per le playlist, ha lanciato la propria API e, inoltre, si è espansa anche nella classificazione delle playlist in base agli stati d’animo, in competizione con Songza, recentemente acquisita da Google.

Contando che Playlists.net ha più di un milione di utenti al mese, oltre a 4,5 milioni di sessioni di ascolto, oltre alla scarsa raccolta fino ad oggi, tra gli altri dati, ne fanno un target di possibile acquisizione. , da una società tecnologica o da una casa discografica. Una fonte sottolinea che non basta più lanciare semplicemente un servizio per la diffusione di temi musicali in streaming, ha senso che si possa fare una selezione di temi musicali, riferendosi alla scarsa qualità delle liste di Amazon.

Possiamo solo aspettare che venga fatto qualsiasi possibile movimento al riguardo, per vedere se quello che dicono le fonti è vero, e chi sarà quella casa discografica o casa discografica che acquisisce Playlist.net, in cui si ritiene abbia il più grande database di playlist indipendenti da Spotify.

Articoli correlati

Botón volver arriba

Ad blocker detected

You must remove the AD BLOCKER to continue using our website THANK YOU