Blog

Questi robot microscopici sono così piccoli che si muovono in base alle vibrazioni

Questi robot microscopici sono così piccoli che si muovono in base alle vibrazioni

Robot microscópico 1

La miniaturizzazione della tecnologia è incredibile come abbiamo già ripetuto in diverse occasioni, ma presenta alcuni problemi. Ad esempio, come facciamo a far ricevere energia a un chip microscopico? O come ci arriviamoche alcuni robot microscopici riescono a muovere?La risposta è con Georgia Tech, che ha progettato una specie di robot così piccolo chehanno bisogno di muoversi dalle vibrazioni.

micro-setole-bot,robot microscopici di soli 2 millimetri

Questi robot miranoentrare nel corpo umanosfruttando le sue ridottissime dimensioni. Ovviamente non c’è spazio per una batteria capiente in questi robot, quindi l’unico modo per farli funzionareè dalle vibrazioni.Stampati in 3D con resina polimerica, questi robot vengono creati attraverso un processo noto come litografia a polimerizzazione a due fotoni.

Ciascuno di questi robot ha 4 o 6 gambe elastiche che assomigliano più a setole che a gambe; Sul retro di ogni robot è fissato un attuatore piezoelettrico in titanato di zirconato di piombo.

Il funzionamento di questi microscopici robot consiste nell’inviare vibrazioni al robot attraverso una tavola vibrante. Una volta fatto questo con una sorgente esterna che emette ultrasuoni, siano essi sonde o altoparlanti acustici, queste vibrazioni rendono le gambe ad angolomuoviti su e giù,in modo tale che il robot venga spinto in avanti. L’attuatore piezoelettrico integrato può anche produrre vibrazioni se sottoposto a una corrente elettrica, sebbene attualmente la corrente debba provenire da una sorgente cablata. In futuro sarà possibile accendere l’attuatore in modalità wireless con campi elettrici.

L’ampiezza di queste gambe determina la velocità con cui si muovono questi robot microscopici. Regolando vari parametri di questi robot come la dimensione, il diametro o la geometria delle loro gambe, possono essere configurati per rispondere a diverse frequenze di vibrazione. Ciò equivale al fatto che se due robot progettati diversamente rispondono a frequenze differenti, dovrebbe essere possibile dirigerli contemporaneamente modificando la frequenza e l’ampiezza delle vibrazioni.

Questi robot sono già stati creatiPer centoe ora gli sforzi sono concentrati sul miglioramento del processo di produzione in modo che possano essere creatimigliaia di questi contemporaneamente.Questi robot microscopici possono avere varie applicazioni, come lo spostamento di materiali all’interno di piccoli spazi o il trattamento di lesioni interne al corpo.

Immagine di copertina | Allison Carter, Georgia Tech

Articoli correlati

Botón volver arriba

Ad blocker detected

You must remove the AD BLOCKER to continue using our website THANK YOU